sfumature di colore azzurro

Scegliere il giusto colore delle pareti

Scegliere il giusto colore delle pareti è importante, per poter avere l’ambiente che desideriamo e sentirci a nostro agio tra le pareti della casa o dell’ufficio, comunque dei luoghi che ci appartengono quotidianamente. Esistono delle considerazioni da fare, prima di scegliere il colore da stendere sul muro.

Sicuramente possiamo lasciarci guidare dal nostro personale gusto ma esistono anche delle indicazioni che possono suggerire una soluzione che sia anche funzionale. Per un lavoro a regola d’arte poi è sempre utile rivolgersi alla professionalità di un imbianchino.

 

IL COLORE BIANCO

Innanzitutto occorre riflettere sulla necessità o meno di colorare una parete, piuttosto che lasciarla bianca. Il bianco viene superficialmente considerato un colore freddo, questo è un mito che va sfatato. Il colore bianco è in grado di riflettere la luce, dà molta luminosità alla stanza, permette allo sguardo di allargarsi e quindi di percepire in maniera minore un eventuale spazio come piccolo.

Il bianco inoltre è un colore che è molto di tendenza, abbinato ad esempio ad un parquet di legno chiaro, si ottiene un effetto molto caldo e accogliente. Bisogna poi suggerire che, se accanto alle pareti bianche, si pittura invece una porzione con il colore, fosse anche una sola colonna, allora l’effetto sorpresa è sicuramente ottenuto. Il bianco poi fa risaltare i colori dei suppellettili e mette in risalto i giochi di colore dei quadri.

 

I COLORI ACCESI O TENUI

Se invece si vuole dipingere le pareti con dei colori, bisogna innanzitutto considerare che le tonalità si suddividono in due grandi categorie: accese o tenui.

I colori accesi sono i rossi, i gialli, i blu oltremare, i verdi smeraldo e meglio si adatterebbero ad un ambiente moderno o comunque per un clima giovanile e contemporaneo.

Ad esempio, l’arancione è molto utilizzato anche negli ambienti di lavoro, in quanto esprime dinamismo e stimola l’attività neuronale. I colori tenui invece, con tinte quindi più delicate, come il beige, le varie tonalità del marroncino, il celeste, il verde acqua, etc., meglio si addicono con un ambiente più classico e moderno. Per colori come il viola e il verde magari si potrebbero riscontrare più difficoltà a comporre abbinamenti con i colori dei mobili, dei tappeti e delle tende.

Nella scelta della tonalità delle pareti, sarebbe opportuno tenere in considerazione il colore della pavimentazione, del soffitto, degli infissi e delle porte.

Quando ci si affida poi ad un imbianchino, non bisogna pensare che si tratti di una figura professionale che possa soltanto pitturare le pareti in maniera classica. Vi sono imbianchini che applicano alle pareti degli effetti per rendere più mossa la pittura, dal punto di vista ottico, per darle un’idea di profondità e non di piattezza o altre soluzioni artistiche su richiesta. Anche l’imbianchino ormai si specializza fornendo consigli di scelta legati alla cromoterapia, quindi alla capacità del colore di influire nella sensazione di benessere.

 

Abbinamenti di colori

Non è detto che le pareti debbano essere tutte di uno stesso colore. Così come le pareti stesse di un’intera stanza non necessariamente devono essere dello stesso colore. Infatti è possibile in vari casi poter scegliere più di una tinta. Ad esempio, se la stanza è molto alta, si potrebbe optare per un colore nel soffitto, lasciando bianche le pareti.

Al contrario, se la stanza non è alta, i colori più scuri andrebbero sulle pareti laterali lasciando invece il soffitto in bianco. In definitiva, le soluzioni per poter modificare la propria casa tramite la giusta scelta dei colori delle pareti sono tante, bisogna rivolgersi ad un imbianchino specializzato ed ottenere così i risultati desiderati.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *